Palomba Alessandra

Insegnamento Canto lirico
Mail alessandra.palombai@conspv.it

Alessandra Palomba, milanese, ha esordito giovanissima come solista del Coro delle Voci Bianche del Teatro alla Scala. Nel 1991 ha debuttato come contralto solista nella stagione de I Pomeriggi Musicali di Milano nella prima esecuzione moderna del Gloria di Rossini diretto da Otmar Maga e ha inaugurato la stagione successiva ne Il sogno di una notte di mezza estate di Mendelssohn.
Nel 1992 ha vinto il Concorso As.Li.Co.; con l’As.Li.Co. ha interpretato il ruolo di Zaida nella produzione de Il turco in Italia diretta da Stefano Ranzani rappresentata nei maggiori Teatri lombardi (Bergamo, Brescia, Cremona e Como) e ha partecipato ad una lunga tournée rossiniana con la Petite Messe Solennelle, eseguita in diverse città italiane e successivamente in Corea e Giappone. Nell’aprile 1993 interpreta il ruolo di mezzosoprano solista nella Theresien-Messe di Haydn al Conservatorio di Milano con l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali e successivamente prende parte alla produzione dell’As.Li.Co. de I quatro rusteghi di Wolf-Ferrari presso il circuito lombardo; di questa produzione l’Arkadia ha realizzato una registrazione “live”. Ancora sotto il segno di Rossini il successivo debutto nel ruolo titolo di Cenerentola al Teatro Comunale di Trieste, accanto a Rockwell Blake e sotto la direzione di Lü Jia, nell’aprile 1994. E’ seguita, nell’estate dello stesso anno, la partecipazione alla produzione de L’italiana in Algeri al Rossini Opera Festival, per la regia di Dario Fo, e contemporaneamente ai corsi dell’Accademia Rossiniana, coordinati da Alberto Zedda. Nel dicembre 1994 è tornata al ruolo di Cenerentola al Teatro Verdi di Sassari mentre nell’aprile 1995 ha cantato lo Stabat Mater di Haydn a Treviso. Dell’estate 1995 è il debutto al Rossini Opera Festival ne La cambiale di Matrimonio, accanto ad Eva Mei, Roberto Frontali, Bruno Praticò. Nel novembre-dicembre 1995 il debutto come Adalgisa nella Norma al Verdi di Trieste, sotto la direzione di Ioram David. Nel giugno 1996 ha partecipato al concerto di gala con lo Stabat Mater di Rossini a Strasburgo in occasione della chiusura del semestre italiano di presidenza dell’Unione Europea. Partecipa successivamente al concerto finale del Belcanto Festival di Dordrecht in Olanda ed alla produzione di Arlesiana di Cilea che ha inaugurato la stagione 1996-97 del Teatro Regio di Parma.

Nell’estate 1997 è stata Fenena nel Nabucco all’Arena Sferisterio di Macerata. Nell’autunno 1997 ha interpretato di nuovo Cenerentola al Coccia di Novara; nella stagione 1997-98 del Teatro Sociale di Como ha interpretato Siebel nel Faust di Gounod diretta da Reynald Giovanninetti e Mazet nella Colombe di Gounod diretta da Alain Guingal. Nel 1999 ha interpretato di nuovo Adalgisa al Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno; ha poi partecipato alla prima esecuzione in tempi moderni dell’opera Giulio Sabino (ruolo: Arminio) di Giuseppe Sarti al Teatro Alighieri di Ravenna, di cui è stata effettuata una registrazione a cura della Bongiovanni. Ha quindi preso parte ai Festival di Montpellier e di Massy, ed ha interpretato nuovamente Cenerentola nella produzione del Circuito Lirico Regionale Lombardo a Como, Bergamo, Brescia, Cremona, Pavia, Mantova e Vigevano. Nel 2000 ha debuttato nel ruolo del Testo ne Il Combattimento di Tancredi e Clorinda. Nel luglio 2001 ha debuttato al Teatro alla Scala come Tisbe ne La Cenerentola. Nell’autunno 2001 ha debuttato il ruolo di Federica nella Luisa Miller rappresentata nei Teatri di Como, Piacenza, Pavia, Cremona e Brescia. Nell’ottobre 2002 ha inaugurato nuovamente la Stagione dei Pomeriggi Musicali al Teatro Dal Verme con Rosmunde di Schubert sotto la Direzione di Aldo Ceccato. Nel febbraio 2003 debutta come Rosina nel Barbiere di Siviglia di Rossini a Toronto. Ad aprile 2003 interpreta la Missa Solemnis di Beethoven al Teatro Regio di Parma. Nell’autunno 2003 ritorna nei Teatri del Circuito Lirico Lombardo come Lola nella Cavalleria Rusticana. Nell’aprile 2004 interpreta The Messiah di Handel al Teatro Dal Verme sotto la Direzione del Maestro Ceccato .Sempre nell’aprile 2004 debutta come Giovanna Seymour in Anna Bolena di Donizetti alla National Opera di Sofia .A luglio interpretala Nona Sinfonia di Beethoven con l’Orchestra Toscanini di Parma e nuovamente Cavalleria Rusticana al Festival di Baveno .A dicembre dello stesso anno riprende L’Arlesiana di Cilea al Teatro Rendano di Cosenza (registrazione audio per Bongiovanni ) e Incomincia una collaborazione col Teatro Lirico di Cagliari con Oedipe di Enescu a cui seguiranno Cherubin di Massenet nel gennaio 2006 ( registrazione video e audio per Dynamics ), Manon Lescaut di Puccini nel luglio 2007 , Te Deum di Brukner e Vesperae solennes de confessore di Mozart. Ritorna nel circuito Lombardo come Fenena nel Nabucco di Verdi nel 2005, come Adalgisa nella Norma di Bellini nel 2009, con Neris in Medea di Cherubini nel 2010 e debutta il ruolo di Maddalena nel Rigoletto 2011. Fa ritorno anche al Teatro alla Scala nel 2007 per Adriana Lecouvreur e nel 2008 per il Trittico Pucciniano. Nel 2009 torna al Teatro Verdi di Trieste debuttando La Marquise nella Fille du régiment di Donizetti e nel 2010 per Maria Stuarda, precedentemente debuttata al Teatro Bellini di Catania; nella Stagione 2012/2013 debutta il ruolo di Stephano in Romeo et Juliette a Sassari, il ruolo di Amneris in Aida, il ruolo di Nibatta ne “I Shardana” di Porrino (registrazione video e audio per Dynamics ) e nella Messa da Requiem al Teatro Pergolesi di Jesi . Nel 2014 debutta Suzuky in Madama Butterfly al Teatro Carlo Felice di Genova
. A luglio del 2014 debutta in Gianni Schicchi al Festival Orizzonti di Chiusi e in ottobre ancora Suzuky a Sassari. Nel marzo 2015 ritorna al Carlo Felice di Genova nel ruolo di Beppe ne L’amico Fritz e in luglio al Festival Orizzonti per Cavalleria Rusticana. Nel 2016 ritorna al Carlo Felice per Andrea Chénier e a settembre debutta Quickly in Falstaff al Teatro Giovanni Di Stefano di Trapani . Sempre a Trapani torna in ottobre per Madama Butterly. A maggio 2017 ritorna al Carlo Felice di Genova per Maria Stuarda , in giugno interpreta il ruolo della madre e della moglie dell’orco nel Pollocino di H.W. Henze al Festival dei Punti Cardinali di Taino. A settembre 2017 al Festival di Macao per Andrea Chenier . Nel 2018 ,sempre con Andrea Chenier ,debutta al Patruzzelli di Bari e al Teatro del Silenzio a Lajatico. A settembre 2018 debutta al LAC di Lugano col Barbiere di Siviglia in un nuovo allestimento ripreso dalla RSI. Nel febbraio 2019 ritorna al Petruzzelli di Bari con Madama Butterfly e in ottobre il Verdi Requiem con l’Orchestra Ambrosiana

X