Concerto finale Solisti, Coro e Orchestra ISSM F. Vittadini 2017
Concerto finale Solisti, Coro e Orchestra ISSM F. Vittadini 2017
Concerto finale Solisti, Coro e Orchestra ISSM F. Vittadini 2017

Corsi accademici

 


  DOCENTI CORSI ACCADEMICI
» Ajmar Francesca
» Albini Giovanni
» Arzani Caterina
» Barbieri Paola
» Belfiore Silvia
» Bianchi Riccardo
» Bonetti Fiorella
» Brasca Cinzia
» Casellato Sergio
» Daclon Simone
» De Biasio Roberto
» Di Censo Carla
» Di Tullio Giorgio
» Dinu Doina
» Erre Simone
» Fanchini Giovanni Pietro
» Felici Candida
» Fre Paola
» Gatti Daniela
» Lonardi Massimo
» Mangialajo Rantzer Tito
» Mascagna Rita
» Nastrucci Ugo
» Panzica Pamela Ivana Edmea
» Paruzzo Roberto
» Pellitteri Vittorio Maria Giuseppe
» Piccini Cinzia
» Prandi Giulio
» Preda Maurizio
» Radic Cecilia
» Rizzo Daniela
» Scarlata Maria Lucia
» Scazzetta Marco
» Segala Luca
» Tataru Adriana
» Torciani Luca
» Troccoli Agnese
» Valter Laurent
» Vignani Claudia
» Zante Marco
 
Cecilia Radic
Cecilia RadicContatti
Email: cecilia.radic@conspv.it
Disciplina: VIOLONCELLO

Violoncellista italiana di origine croata, Cecilia Radic è uno dei più apprezzati interpreti della sua generazione. Affermatasi definitivamente nel 1996 con la vittoria del concorso internazionale "Premio Stradivari-Roberto Caruana", da allora si è esibita in tutto il mondo, alternando con successo ruoli differenti quali quelli di solista, camerista e primo violoncello, e affrontando un repertorio straordinariamente vasto, da Bach a Berio. Diplomatasi col massimo dei voti al Conservatorio di Milano nel 1992, ha avuto tra i suoi insegnanti Rocco Filippini, David Geringas, Mario Brunello e William Pleeth. Dopo aver conquistato numerosi premi in concorsi giovanili internazionali, debutta giovanissima come solista nel 1992 con l'Orchestra della Rai di Milano, con il concerto di Dvorak. Sempre come solista ha suonato tra gli altri con l'Orchestra da Camera Italiana (con Salvatore Accardo), l'Orchestra Sinfonica Siciliana, i Filarmonici di Verona, l'Insieme Strumentale della Scala e la Balkan Symphony Orchestra. Ha suonato per le maggiori stagioni musicali italiane, tra cui il Teatro alla Scala di Milano, il San Carlo di Napoli, l'Accademia Chigiana di Siena, la Filarmonica Romana, Settembre Musica e Unione Musicale di Torino, GOG-Carlo Felice di Genova, il Festival di Ravello, le Settimane Internazionali di Stresa, gli Amici della Musica di Firenze, Padova, Palermo, il Festival MiTo, le Serate Musicali e la Società dei Concerti di Milano. La sua intensa attività internazionale la vede esibirsi, oltre che nelle più prestigiose sale europee (come la Royal Albert Hall, Gasteig, il Theatre des Champs Elysées), in Giappone (Suntory Hall, Tokyo Opera City, Bunka Kaikan Hall), Sud America (Teatro Coliseum, Buenos Aires) e negli Stati Uniti (New York Avery Fisher Hall, Lincoln Center), dove è stata per numerosi anni ospite dell'International Chamber Music Festival di Sarasota. Collabora regolarmente con musicisti quali Salvatore Accardo, Bruno Giuranna, David Finckel, Laura De Fusco, Rainer Kussmaul, Isabelle Faust, Jennifer Frautschi, Gabriele Pieranunzi, Derek Han, Massimo Quarta, Wu Han, Roberto Cominati, Alessandro Carbonare e Franco Petracchi. Nel 2004 ha fondato Estrio, con la violinista Laura Gorna e la pianista Laura Manzini. Nell'autunno 2007 è stato pubblicato il loro primo CD per l'etichetta Foné, con trii di Schumann e Shostakovich. Estrio ha più volte suonato al Palazzo del Quirinale a Roma in diretta Radio 3, anche alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Ha inciso sia come solista che come camerista per etichette quali Decca, Chandos, Denon, CPO, Fonè, Amadeus. È del 2009 la sua incisione del Doppio Concerto di Vivaldi con Salvatore Accardo. Ha inoltre all'attivo svariate registrazioni radiofoniche (tra cui RAI, Radio della Svizzera Italiana) e televisive (Art'è). Da diversi anni è primo violoncello dell'Orchestra da Camera Italiana e dei Solisti Filarmonici Italiani. Ha ricoperto il medesimo ruolo presso numerose orchestre, tra cui quelle di teatri come La Fenice di Venezia, il Regio di Torino e il San Carlo di Napoli. Suona un violoncello Bernardel del 1837. È docente di violoncello presso l'Istituto Superiore di Studi Musicali "F.Vittadini" di Pavia.

 
Iscriviti alla nostra newsletter
Sostieni il Conservatorio con il 5x1000
Amministrazione trasparente

Comune di Pavia Vivi Pavia
Erasmus
Sapere Pavia